Il disco di platino insieme ad altri premi importanti come il disco d’oro e quello di diamante, è tra gli obiettivi ambiti da tutti i più prestigiosi cantanti italiani e internazionali. Un artista può ottenere questo genere di riconoscimento in base a una valutazione oggettiva che fa riferimento al numero di copie vendute di album e singoli. Naturalmente con l’avvento della moderna tecnologia che permette di ascoltare, di scaricare brani e interi album da internet non si fa soltanto riferimento al numero di copie fisiche vendute, ma anche in versione digitale.

Come si ottiene il disco di diamante

Per ricevere il disco di platino bisogna aver venduto oltre 50.000 copie del proprio lavoro musicale. Nel caso in cui questa soglia venga duplicata oppure triplicata si parla di doppio e di triplo disco di platino. Se invece si raggiungono le 500.000 copie, il musicista potrà ottenere il disco di diamante: un importante riconoscimento che oggi rappresenta un traguardo importante non solo per i giovani artisti emergenti, ma anche per straordinari interpreti della musica nazionale e internazionale.

Qual è il valore del disco di platino

Il disco di platino è un riconoscimento molto apprezzato dagli artisti. Spesso ci si chiede quale sia il valore materiale di questo genere di premio. In realtà non ha nessun valore se non la certificazione di un successo discografico importante. Da sottolineare che prima di conseguire questo premio, si raggiunge il cosiddetto disco d’oro che invece richiede un volume di vendite di copie fisiche e di quelle digitali pari a 25.000.

Il guadagno per l’artista

Volendo completare il discorso relativo ai guadagni che ottiene un artista se riesce a vendere un numero elevato di coppie, è possibile tracciare un riscontro abbastanza preciso. Oltre all’aumento di fama e di pubblico riuscirà ad

ottenere un compenso che varia tra un minimo di 1,17 euro e un massimo di 1,60 euro per ogni copia venduta mentre per le tracce che vengono scaricate sui vari siti specializzati per questa attività, i compensi oscillano tra 11 e 16 centesimi di euro. Per dare un’idea concreta nel caso di disco di platino con 50.000 copie vendute, si avrebbero introiti tra un minimo di 58.500 euro e un massimo di 80.000 euro.

Alcune curiosità

Il numero di album e dischi venduti nel corso della propria storia segnano in maniera indelebile il successo di un artista. Ci sono stati tanti grandi cantautori e band musicali che hanno ottenuto risultati straordinari che oggi sarebbero difficili da bissare e magari superare. Nella storia della musica sono stati i Beatles a vendere più di ogni altro artista in qualsiasi zona del Mondo partendo dalla Gran Bretagna fino agli Stati Uniti d’America. In Italia un vero e proprio recordman per quanto riguarda i dischi di platino, è Vasco Rossi che ne ha collezionati 32 più 2 dischi d’oro.

Tra gli artisti italiani che poi hanno venduto il maggior numero di copie c’è Mina con oltre 150 milioni di dischi seguita da altre straordinari artisti come Laura Pausini, Adriano Celentano, Luciano Pavarotti e il maestro Ennio Morricone. L’album musicale che ha ottenuto i maggiori riscontri è il Thriller uscito nel 1982 e firmato da Michael Jackson, mentre gli Eagles per il loro Greatest Hits che fa riferimento ai successi pubblicati tra il 1971 e il 1975 hanno ottenuto ben 38 dischi di platino. Infine il cantante che ha inciso e pubblicato più dischi in assoluto è stato Adriano Celentano che, con i suoi brani musicali, continua a conquistare l’affetto di diverse generazioni nate in periodi storici ben differenti ma accomunati da questa grande passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.