Prevenzione, eliminazione di larve e insetti, mezzi idonei per tenerle lontano da casa.

Come ogni anno, quando giunge il caldo arrivano anche le zanzare, che con l’aumento dell’umidità e della temperatura, sono un vero incubo estivo.

Per questo motivo è ideale programmare una lotta serrata per prevenire le infestazioni ed eliminare efficacemente le zanzare da casa, giardini e terrazzi.

Come prevenire le zanzare

Ideale è fare della prevenzione la prima arma contro le zanzare in considerazione che questi insetti si riattivano quando la luce del sole è presente per oltre 12 ore al giorno e la temperatura supera i 12 gradi. Ovviamente quando incomincia la riproduzione, il numero delle zanzare diventa esponenziale e tocca il suo massimo verso la metà di agosto. Per questo, eliminare all’inizio della stagione un nucleo di questi insetti, permette di ridurre la loro presenza di quasi 1 milione di zanzare in estate.

La prima cosa da fare è quella di eliminare i ristagni d’acqua laddove presenti in quanto le larve, che si trasformeranno in pupe, risiedono proprio in quelle zone umide. Vanno quindi attenzionati scarichi, tombini, sottovasi di piante, grondaie, annaffiatoi etc. Quindi è necessario fare una periodica manutenzione evitando gli accumuli di foglie e rami.

I tombini e i pozzetti devono essere puliti almeno due volte l’anno e successivamente eseguire un trattamento larvicida. Se avete vasi di fiori, mettete mezza aspirina dentro l’acqua con la quale li innaffierete in quanto uccide le larve

Chiedete suggerimenti al personale del garden center o del consorzio agrario che sapranno indicarvi il larvicida migliore tra i tantissimi presenti in commercio.

In primavera fate installare le zanzariere sulle finestre in modo che sarà possibile restare con la finestra aperta senza permettere alle zanzare di entrare in casa.

Come eliminare e allontanare le zanzare adulte

Dopo aver visto come eliminare le larve e il deposito di uova nei luoghi umidi, vediamo come risolvere il problema delle zanzare adulte.

Ideale sarebbe servirsi dell’aiuto della natura attraverso quei predatori che se ne cibano ma se così non è possibile, evitate di usare insetticidi chimici che, alla lunga, non sono più efficaci.

Tra i predatori, il pipistrello è il più vorace di tutti eliminando circa 2000 zanzare ogni notte tanto che anche in Italia si stanno utilizzando delle bat box collocate in spazi verdi. In alternativa si possono sfruttare alcune piante repellenti come lavanda, basilico, citronella, rosmarino, timo, verbena, gerani e artemisia. Anche l’aglio non è apprezzato da questi insetti come la cipolla con alcuni chiodi di garofano conficcati al suo interno o anche una collana di peperoncini.

Utili risultano essere gli elettroemanatori e, ancor di più, le trappole per insetti volanti a luce UV, mentre i repellenti ad ultrasuoni non sono molto efficaci.

Gli spray sono da utilizzare esclusivamente quando è necessario adoperare un modo drastico per eliminare le zanzare presenti all’interno di un ambiente, ovviamente chiudendo le finestre prima del trattamento per poi, lasciare arieggiare accuratamente il locale prima di soggiornarvi. Gli zampironi risultano essere ideali per proteggersi all’aperto mentre le candele alla citronella sono sufficienti solo se la presenza di zanzare è veramente minima.

Fate attenzione ai falsi rimedi naturali che si incontrano su internet che, oltre che essere inefficaci, sono spesso nocivi per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.